Benessere del bambino

Asilo nido e malattie: perché i bambini si ammalano spesso?

Asilo nido e malattie. Uno di quei binomi che sembrano impossibili da slegare. Eppure, seguendo alcuni accorgimenti, puoi ridurre il rischio per il tuo piccolo tesoro e fargli assaporare soltanto i momenti ludici e positivi, tipici della sua età.

DEDICATO A:
  • Bambini
  • Naso Chiuso
Share:
31 Gennaio 2020 • 8 minuti di lettura

Quando asilo nido fa rima con malattia

Il tuo piccolino aveva appena 6 mesi quando sei stata costretta a inserirlo all’asilo nido; la scelta, naturalmente, è arrivata dopo un’accurata selezione, perfezionata da un’indagine tra amici e parenti.

Ricordi ancora che la separazione dal tuo piccolo è stata difficile, ma allo stesso tempo eri serena perché il tuo sesto senso materno ti sosteneva: tu e il papà avete fatto la scelta migliore per favorire la crescita e l’apprendimento di vostro figlio.

L’asilo nido, infatti, è spesso una scelta obbligata se non si può contare sui nonni o su babysitter di fiducia. Inoltre, hai sempre pensato che i bambini crescono meglio con altri bambini.

Però, non avevi fatto bene i conti con un dato di fatto: l’asilo nido è anche il covo preferito dei virus. In un anno il tuo piccolino si è ammalato ben 6 volte!

Del resto, ti avevano avvertito che asilo nido e malattie vanno a braccetto. Avevi anche capito che era inevitabile, e che vivendo con altri bambini tuo figlio si sarebbe preso un raffreddore in più.

Ma non avresti mai pensato che la realtà sarebbe stata così dura.

Se ti può rasserenare, non sei sola. Quasi tutti i bambini che vanno all’asilo nido si ammalano dalle 3 alle 6 volte in un anno. Vediamo insieme il perché!

Click to Tweet
Perché i #bambini si ammalano così spesso all’#asilo nido?

Una panoramica del sistema immunitario del tuo piccolino

I bambini molto piccoli sono più soggetti a contrarre malattie virali, soprattutto durante l’autunno e l’inverno, quando nell’aria pullulano virus para-influenzali, influenzali e intestinali.

La storia ormai si ripete ogni anno, da secoli. Con i primi freddi arrivano, per tutti, raffreddori, tosse, sinusiti e influenze intestinali che sembrano quasi preparare il tappeto rosso all’arrivo dell’influenza di stagione, l’incubo di tutti i genitori.

La bella notizia è che sono malattie “benigne” ed essendo virali, spesso, non necessitano di un antibiotico, ma di tanta pazienza e cure amorevoli, perché nell’arco di 5-10 giorni passano da sole e senza lasciare segni.

Anzi, un regalo lo lasciano: un sistema immunitario sempre più forte.

Sembra impossibile, ma è proprio così: le malattie virali di stagione potrebbero essere considerate quasi dei personal trainer per il sistema immunitario dei più piccoli e l’asilo nido una vera e propria palestra!

Il sistema immunitario dei bambini, alla nascita, è immaturo e bisogna aspettare almeno i 2 anni perché completi il suo sviluppo.

Ecco perché in questa fascia d’età la suscettibilità alle infezioni virali è maggiore rispetto ai bambini più grandicelli e ciò spiega perché asilo nido e malattie sono una realtà inevitabile.

Basta un piccolo untore inconsapevole (i virus di stagione spesso sono contagiosi anche nel periodo di incubazione in cui non si manifestano sintomi evidenti) e nel giro di una settimana l’asilo nido rischia di svuotarsi.

La notizia confortante è che nel tempo il sistema immunitario dei bambini si rinforza sempre di più, e crescendo si ammalano sempre meno.

In linea di massima, si arriva a una sola assenza per influenza, già a partire dai 7 anni, e alcuni ragazzini non si ammalano più già a 10-11 anni.

La convivenza favorisce l’apprendimento (ma anche il contagio)

Il Pediatra ti ha sempre detto che per evitare che tuo figlio si ammali bisognerebbe tenerlo lontano da luoghi affollati, fratelli e cugini malati, centri commerciali e ritardare la sua entrata in comunità.

Nela pratica, però, tutto ciò è quasi impossibile; se la passeggiata al centro commerciale può essere tranquillamente sostituita con una all’aria aperta più sana, prima o poi il contatto con altri bambini è inevitabile, e se ci sono fratelli più grandi è istantaneo.

Un esempio, questo, per farti capire che mettere un bambino in una campana di vetro è quasi impossibile e, comunque, non lo renderà un bambino sempre sano, ma più suscettibile ai virus, soprattutto se entra in contatto con altri bambini malati.

A prescindere da queste evidenze, l’entrata all’asilo nido aumenta il rischio di contrarre virus e più volte all’anno, perché è anche un luogo di aggregazione e divertimento per molti bambini.

I bambini fino ai 3 anni, inoltre, non pensano a igiene e virus che si annidano tra naso che cola, saliva e le loro mani (quasi) sempre sporche, ma semplicemente a giocare e divertirsi tra amici.

I virus di stagione, sia respiratori che intestinali, sono trasmessi per contatto tra le mani così come per mezzo delle goccioline di saliva, magari liberate nell’aria da un sonoro starnuto. Risulta, quindi, inevitabile che all’asilo nido le malattie virali si diffondano in modo veloce.

Si potrebbe, però, limitare il danno, sia abituando i piccolini a lavarsi spesso le mani ma anche reinserendoli all’asilo sani dopo il primo episodio di influenza.

Parliamoci chiaro: anche se le maestre dell’asilo fossero le regine dell’igiene, sarebbe quasi impossibile controllare i piccolini e lavare a ciclo continuo i giochi “infetti”.

Risulta quindi importante rendere autonomo, il prima possibile, il piccolo con l’igiene delle proprie mani, almeno per provare a ridurre le recidive.

Allo stesso tempo, il bambino deve ritornare all’asilo il più possibile sano, proprio per evitare che si ammali di nuovo. Al lavoro è difficile quando i figli si ammalano, ma riportarlo al nido il primo giorno senza febbre non è la scelta migliore per tutti, se dopo una settimana è di nuovo ammalato.

Un altro consiglio utile per arginare un po’ il problema asilo nido e malattie potrebbe essere quello di scegliere strutture di dimensioni adeguate al numero di bambini o che accolgono piccoli gruppi.

Stipare un bel numero di bambini in uno spazio ristretto non è proprio il massimo!

Asilo nido e malattie: un connubio da evitare con regole ferree

Le regole all’asilo nido sono importanti anche quando sembrano troppo rigide.

Scegliere un asilo nido con regole di igiene e di gestione del rientro dei bambini malati dovrebbe essere uno dei primi fattori da considerare: non evita le malattie virali, ma almeno dovrebbe assicurare una riduzione delle recidive.

Quindi, un genitore deve leggere attentamente le regole dell’asilo nido per il figlio, e anche le linee guida, se esistono, per la formazione degli educatori.

In particolare, se l’asilo nido impone ai genitori un certificato del Pediatra per il reinserimento dopo i 3 giorni di assenza, la modalità non deve essere vista come un limite, ma come un’opportunità.

L’opportunità che il piccolo rientri sano all’asilo nido, evitando di contagiare gli altri bambini o di essere meno suscettibile a brusche ricadute. Alla fine, i comportamenti “furbi” possono generare un serpente che si mangia la coda, favorendo un ciclo continuo di nuovi contagi e recidive.

Allo stesso tempo, i genitori devono esigere misure di igiene virtuose da parte della struttura.

  • Il lavaggio frequente delle mani, sia degli operatori che dei bambini, deve essere una regola.
  • La gestione dei pannolini, in sicurezza e in aree non accessibili ai bambini, è importante per ridurre le potenziali infezioni intestinali.
  • La pulizia delle dispense e la corretta igiene per la preparazione dei pasti è legge; con i bambini fino a 3 anni, poi, deve essere tutto ben controllato e regolamentato anche all’interno, perché gestire, ad esempio, il latte anche solo nel passaggio tra caldo e freddo non è semplice.
  • La formazione continua del personale in fatto di igiene, salute del bambino e sicurezza è una necessità perché, se da una parte è spesso inevitabile il propagarsi delle malattie virali, saperle gestire e riconoscere può fare comunque la differenza. Ad esempio, oltre a raffreddori e influenza, ci sono anche la malattia bocca mani piedi, congiuntiviti virali e altre problematiche che si possono arginare se l’operatore è in grado di riconoscerle. Anche il semplice sospetto aiuta ad arginare il rischio!

Con i bambini piccoli, tutto aiuta a minimizzare il rischio. Alla fine, però, il binomio asilo nido e malattie rimane sempre un evento possibile, e di questo ogni genitore deve esserne consapevole. Anche tu.

Abbiamo visto insieme perché i bambini si ammalano spesso e perché asilo nido e malattie virali sono una realtà che può essere limitata, seguendo alcune indicazioni utili.

L’asilo nido è un’esperienza importante di crescita e apprendimento per tuo figlio, ma è anche una palestra per il suo sistema immunitario.

Bisogna imparare a vedere il lato positivo delle scelte necessarie e l’asilo nido è sempre una bella opportunità per il tuo piccolino!

Benessere del Bambino

Il tuo bambino cresce giorno dopo giorno. Così come il tuo amore. Hai superato con grandi risultati il periodo neonatale, ma le preoccupazioni da mamma non ti lasciano. Del resto, tra raffreddori, le prime influenze e disturbi più fastidiosi come l’otite o la congiuntivite, non puoi distrarti un solo attimo!

In questa sezione, trovi consigli e approfondimenti scritti dai nostri esperti che ti aiuteranno a vincere le piccole sfide quotidiane per assicurare al tuo bambino tutto il benessere di cui ha bisogno.

Dedicato a te
Benessere del bambino
Corpo estraneo nell’occhio: cosa fare?

Leggi tutto

Benessere del bambino
Crisi di rabbia nei bambini: come gestirle?

Leggi tutto

Benessere del bambino
Guida per prendersi cura dei denti da latte

Leggi tutto

Benessere del bambino
Bocca mani piedi nei bambini: cos’è e come si...

Leggi tutto

Benessere del bambino
Sane abitudini per aumentare le difese immunitarie dei bambini

Leggi tutto

Benessere del bambino
Come disinfettare una ferita al tuo bambino

Leggi tutto

Hai bisogno di un consiglio?
Cerca tra le nostre risposte!

Libenar mette a disposizione un aiuto a tutte le mamme. Consulte le domande più frequentie scopri come aiutare il tuo bimbo a respirare meglio.

Scopri di più
Collegamento copiato, adesso puoi condividerlo nelle tue chat.
Libenar

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

Hai bisogno di un consiglio?
Parti dall'esigenza che devi affrontare e trova la risposta adatta alla tua situazione!
Scegli un prodotto giusto
Torna indietro
Qual è il tuo problema?
Naso Chiuso
Torna indietro
Chi ha bisogno di Libenar?
Naso Chiuso - Neonato
Torna indietro
Naso Chiuso - Bambino
Torna indietro
Prevenzione
Torna indietro
Chi ha bisogno di Libenar?
Prevenzione - Neonato
Torna indietro
Prevenzione - Bambino
Torna indietro
Aerosol Terapia
Torna indietro
Chi ha bisogno di Libenar?
Aerosol - Neonato
Torna indietro
Aerosol - Bambino
Torna indietro
Utilizzo Dei Prodotti
Torna indietro
Quale prodotto stai utilizzando?
Fiale Isotoniche
Torna indietro
Libenar Flaconcini
Fiale Ipertoniche
Torna indietro
Libenar Iper Flaconcini
Libenar Spray Igiene
Torna indietro
Libenar Acqua di Mare Spray Igiene Nasale
Libenar Spray Decongestionante
Torna indietro
Libenar Acqua di Mare Spray Decongestionante
Fiale aerosol 3%
Torna indietro
Libenar Aerosol 3%
Aspiratore Nasale Soft
Torna indietro
Libenar Aspiratore Nasale Soft
Filtri protettivi
Torna indietro
Filtri Protettivi Monouso
I Nostri Consigli Per liberare Il Naso Chiuso
Torna indietro
Neonato
Torna indietro
Qual è il tuo problema?
Neonato - Raffreddore
Torna indietro
Neonato - Sinusite
Torna indietro
Neonato - Rinite
Torna indietro
Neonato - Prevenzione
Torna indietro
Bambino
Torna indietro
Qual è il tuo problema?
Bambino - Raffreddore
Torna indietro
Bambino - Sinusite
Torna indietro
Bambino - Rinite
Torna indietro
Bambino - Prevenzione
Torna indietro