Benessere del neonato

La temperatura del neonato: tutto quello che devi sapere

Il tuo bambino sembra che sia più caldo al tatto e temi che abbia la febbre? Non preoccuparti subito: la temperatura di un neonato è leggermente più alta rispetto a quella di un adulto. Inoltre, ricorrenti stati di agitazione – come lo scarso riposo o la dentizione – potrebbero causare un leggero aumento della temperatura. Ma quando è da considerarsi febbre? E quando è il caso di consultare il Pediatra? Ecco la nostra guida.

DEDICATO A:
  • Neonati
  • Detersione
Share:
25 Settembre 2019 • 8 minuti di lettura

La temperatura del neonato, raccontata in 7 domande

La prima volta che il tuo bambino si ammala, prendendo la febbre, può essere altrettanto sconvolgente per te quanto lo è per lui.

Ma essere al corrente di ciò che è considerato normale e come abbassare la temperatura può aiutarti ad affrontare l’imprevisto e a non preoccuparti senza motivo.

Ecco le 7 domande più frequenti che di solito fanno i neogenitori e le risposte degli esperti.

Click to Tweet
Tutto quello che (forse) non sai sulla temperatura del neonato. #Libenar

#1 Qual è l’intervallo considerato normale per la temperatura di un bambino?

La temperatura normale per un neonato è compresa tra i 36 e i 37,5 °C, anche se questo può variare in base al tempo impiegato, al metodo di controllo e al dispositivo utilizzato per rilevare la temperatura.

#2 Quando la temperatura può considerarsi elevata per un bambino?

Di solito, i bambini sotto i 3 mesi con una temperatura di 38 °C sono da considerare in stato febbrile, mentre una temperatura di 38,5 °C indica la febbre nei neonati dai 4 mesi in su.

Ma non bisogna trascendere: la storia personale di ciascun bambino, i segni e i sintomi spesso indicano se una temperatura elevata è preoccupante.

Per esempio, potrebbero avere una temperatura elevata a causa dell’abbigliamento o delle coperte in eccesso. Oppure per via di uno stato di agitazione per non aver riposato bene.

#3 Qual è il modo migliore per prendere la temperatura di un bambino?

La misurazione più accurata della temperatura corporea è con un termometro rettale, ma può essere fastidioso e risultare difficile da utilizzare con un neonato.

Per i genitori, il metodo meno doloroso sono i termometri che vengono inseriti nell’orecchio, o quelli moderni che utilizzano la tecnologia a infrarossi e possono essere utilizzati a distanza, senza contatto.

#4 Quali sono le ragioni comuni per una temperatura elevata in un bambino?

La causa più comune di una febbre leggera di breve durata è un’infezione virale, ed è un buon segno perché significa che il sistema immunitario di tuo figlio sta combattendo le infezioni.

È importante notare che la febbre non è una malattia, ma piuttosto un sintomo della presenza di una patologia o di un’infiammazione, quindi è importante non solo trattare i sintomi della malattia, ma anche la causa sottostante, se nota.

Di solito, le cause più comuni di febbre includono raffreddori e infezioni a orecchie e gola e non dovrebbero avere alcuna importanza se si verificano raramente - fino a una volta al mese - e non durano più di 48 ore.

In questo caso, puoi lenire, facendo dei pratici lavaggi nasali, utilizzando principalmente una soluzione salina. In commercio le trovi in bottiglia, in comodi flaconcini monodose o in spray con nebulizzatore.

Anche la dentizione può essere una causa molto comune di innalzamento della temperatura nei bambini, ma è insolito che ciò porti la temperatura a più di 38,5 °C.

Altre cause di temperatura elevata sono uno stato di malattia cronica o il surriscaldamento causato da scottature o colpi di calore.

Le cause più gravi di febbre comprendono l'infezione batterica delle urine, dei polmoni (polmonite), del sangue e del cervello (meningite).

Nasino chiuso?

Ti aiutiamo noi! Per te la guida gratuita per affrontare e prevenire le affezioni nasali.

Scarica ora

Nasino chiuso?

Ti aiutiamo noi! Per te la guida gratuita per affrontare e prevenire le affezioni nasali.

#5 Ci sono altri segnali che possono indicare una temperatura elevata?

Avere una temperatura elevata può causare disagio e irritabilità nei bambini, che possono lamentare di avere freddo quando sono caldi al tatto.

Una temperatura elevata può anche causare guance arrossate, dolori muscolari e alle articolazioni, mancanza di appetito e sonnolenza.

#6 A che temperatura c’è motivo di preoccuparsi e cosa dovrebbe fare un genitore?

Il grado di febbre non è necessariamente correlato alla gravità della causa sottostante, ma è bene che la febbre in un bambino sotto i 3 mesi venga sempre valutata da un Pediatra per determinarne la causa.

È il caso di cominciare a preoccuparsi se il bambino mostra segni di rigidità del collo o è infastidito dalla luce negli occhi, possibili segnali di meningite.

Altri segnali di cui preoccuparsi sono il vomito eccessivo, poiché comporta un rischio di disidratazione, presenza di eruzioni cutanee, difficoltà respiratorie o eccessiva sonnolenza.

Se i sintomi di cui sopra compaiono nel bambino, o se sei semplicemente preoccupata che la febbre possa rappresentare qualcosa di più serio, è meglio andare subito dal Pediatra.

#7 Quali sono i modi in cui un genitore può ridurre la temperatura di un bambino?

Piccoli sorsi d’acqua aiuteranno a prevenire la disidratazione e il semplice paracetamolo o ibuprofene aiuteranno ad alleviare alcuni dei sintomi.

Tuttavia, ridurre la temperatura non aiuterà il bambino a combattere linfezione, ma la renderà più sopportabile.

Oltre a ciò, rimuovi gli indumenti eccessivi facendo attenzione a far sì che il piccolo non abbia troppo freddo, e usando un panno umido per tamponare la fronte e il collo. Si sconsiglia invece di fargli un bagno freddo o di spugnarlo.

Unisciti alla nostra community sui social

Benessere del neonato

Il grande giorno è arrivato: sei diventata mamma!
Un’esperienza unica e incredibile. Forse, la più bella della tua intera vita. Ora, inizia un percorso di crescita – tua e del tuo meraviglioso bambino – che devi compiere con assoluta tranquillità.

Gli intoppi durante il percorso potrebbero essere diversi e fastidiosi, ma con il giusto supporto riuscirai ad affrontarli nel migliore dei modi. Noi, ti mettiamo a disposizione i consigli dei nostri esperti per aiutarti. Mettiti comoda e dai un’occhiata alla sezione.

Dedicato a te
Benessere del neonato
Tummy time: perché è importante per i neonati?

Leggi tutto

Benessere del neonato
Autosvezzamento: che cos’è e come funziona?

Leggi tutto

Benessere del neonato
Allattamento al seno: tutto quello che devi sapere

Leggi tutto

Benessere del neonato
Scatti di crescita del neonato: cosa sono e come...

Leggi tutto

Benessere del neonato
Spasmi affettivi: come riconoscerli e affrontarli

Leggi tutto

Benessere del neonato
Sviluppo del neonato: guida alle tappe mese per mese

Leggi tutto

Hai bisogno di un consiglio?
Cerca tra le nostre risposte!

Libenar mette a disposizione un aiuto a tutti i genitori. Consulte le domande più frequentie scopri come aiutare il tuo bimbo a respirare meglio.

Scopri di più
Collegamento copiato, adesso puoi condividerlo nelle tue chat.