Benessere del bambino

Gastroenterite nei bambini: quanto dura e come curarla

Se il tuo bambino manifesta nausea, vomito e diarrea potrebbe trattarsi proprio di gastroenterite. Scopri con noi come gestirla al meglio!

DEDICATO A:
  • Bambini
Share:
09 Novembre 2022 • 8 minuti di lettura

Vomito, diarrea, nausea? Il tuo bambino potrebbe soffrire di gastroenterite, un’infezione virale molto comune tra i più piccoli, caratterizzata da un’infiammazione gastrica e intestinale e ad alto rischio di disidratazione.

Di per sé non è grave, ma nei bambini in età pediatrica rappresenta uno dei motivi più frequenti di accesso al pronto soccorso e la prima causa di ricovero,!

Il pericolo più preoccupante per i bambini sotto i cinque anni, infatti, è proprio la disidratazione, che viene evitata ricorrendo all’intervento del medico, in genere con una terapia di reintegro dei liquidi persi.

Se il tuo piccolo non ha mai sofferto di gastroenterite e non hai mai avuto a che fare con questo problema, continua a leggere per scoprire i sintomi, quanto dura e come gestire al meglio una delle infezioni più frequenti nei bambini!

Cos’è la gastroenterite?

La gastroenterite è un’infiammazione della mucosa dello stomaco e dell’intestino che si manifesta all’improvviso, spesso con vomito, nausea e diarrea e, a volte, è accompagnata da malessere generale, mal di testa, febbre e dolori addominali.

È molto diffusa tra i bambini, praticamente in tutto il mondo: è una delle principali cause di ospedalizzazione per i più piccoli, in particolare, tra i più colpiti ci sono proprio quelli di età inferiore ai 5 anni.

È principalmente di origine virale, principalmente a causa del Rotavirus, ma può essere scatenata anche da altri virus tra cui gli Adenovirus.

Inoltre, la gastroenterite può essere causata anche da:

  • Batteri e, nello specifico, dopo i 3-5 anni aumenta il rischio di gastroenteriti batteriche da Salmonella, Shigella, Escherichia coli diarroico, Campylobacter jejuni o Clostridium difficile;
  • Parassiti, come Giardia intestinalis , Entamoeba histolytica o Cryptosporidiumspecie;
  • Intossicazioni alimentari;
  • Terapia antibiotica.

Tuttavia, in alcuni casi, l’origine non viene identificata.

La gastroenterite di origine batterica è più frequente nei luoghi in cui le condizioni igieniche e la sicurezza alimentare sono scarse.

Per quanto riguarda la più diffusa gastroenterite da Rotavirus, questa ha un andamento tipicamente stagionale.

Non a caso, la gastroenterite si manifesta di frequente nei cambi di stagione e in autunno, con i primi freddi, e viene annoverata tra le problematiche parainfluenzali.

Quindi, cari genitori, prestate attenzione ai sintomi soprattutto quando la stagione invernale si avvicina!

Adesso sai che se il tuo bambino soffre all’improvviso di scariche di diarrea, vomito o nausea, potrebbe trattarsi proprio di gastroenterite.

La gastroenterite nei bambini

Negli adulti sani e nei bambini più grandi, la gastroenterite è autolimitante e si risolve spontaneamente nel giro di 5-7 giorni.

Tuttavia, nei bambini più piccoli e, in modo particolare, nei lattanti, il rischio è che assieme alla diarrea e al vomito ci sia una certa inappetenza che può aggravare la disidratazione associata alla perdita di liquidi ed elettroliti.

Nello specifico, se le feci hanno consistenza morbida o liquida e c’è un aumento nella frequenza delle evacuazioni, la ‘normale’ alimentazione potrebbe non essere sufficiente a riequilibrare liquidi e sali minerali.

Se a questo si aggiunge il ridotto desiderio di bere e mangiare, ecco che la situazione potrebbe richiedere il consulto del proprio Pediatra per essere affrontata tempestivamente, in modo da prevenire la disidratazione.

Ma come si prende la gastroenterite?

Il modo più frequente è il contatto diretto o indiretto con superfici contaminate.

Quindi è particolarmente importante l’igiene delle mani, soprattutto per chi si occupa di neonati che utilizzano il pannolino.

La gastroenterite nei bambini, come curarla

Per comprendere se il tuo bambino ha la gastroenterite, puoi per prima cosa valutare i sintomi consultando il Pediatra e verificare la presenza di altri casi nei luoghi che il bambino frequenta: asilo, scuola, famiglia.

Infatti, quando compare la diarrea, che può essere accompagnata da febbre e vomito, puoi pensare alla gastroenterite e tenere sotto controllo l’idratazione del tuo piccolo.

Nello specifico, verifica se il bambino:

  • Presenta lingua e labbra asciutte;
  • È poco reattivo, non gioca e dorme più del solito;
  • Diminuisce il peso, in particolare dei neonati;
  • Lamenta mal di pancia;
  • È presente la febbre.

In particolare, i primi 3 sintomi possono essere segni di disidratazione!

In tal caso è importante cercare di idratare il bambino, chiedendo consiglio al Pediatra di fiducia.

Esistono, infatti, soluzioni reidratanti che sono preziose per mantenere la situazione sotto controllo.

Se il bambino dovesse avere anche la febbre, puoi ricorrere a degli antipiretici.

In caso di inappetenza è importante farlo bere, preferendo bevande zuccherate a piccoli sorsi, per minimizzare vomito o diarrea; poi, quando il vomito e la nausea scompaiono, offrire pian piano piccoli pasti, magari a base di riso o patate, distribuiti nella giornata.

Nel caso di gastroenterite batterica, sarà il Pediatra a indicare la terapia corretta, dopo aver diagnosticato il tipo di batterio.

La gastroenterite nei bambini, come prevenirla

La gastroenterite, come abbiamo accennato, si diffonde facilmente da una persona all’altra.

Proprio perché il contagio avviene per contatto, diretto o indiretto, è bene usare alcune regole di igiene in modo da cercare di prevenirne la diffusione:

  • Lava le mani con il sapone (tue e del bambino) dopo essere andati in bagno o avere effettuato il cambio del pannolino;
  • Lava le mani sempre prima di mangiare;
  • Non condividere l’asciugamano o il tovagliolo con il bambino;
  • Disinfetta i sanitari in casa con regolarità;
  • Se il tuo bambino ha i sintomi della gastroenterite, tienilo a casa;
  • Anche se i sintomi sono scomparsi, è bene non riportare il bambino in comunità per almeno 48 ore.

Inoltre,si consiglia spesso l’integrazione di probiotici o fermenti lattici, per favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale, controllando così l’attecchimento di virus o batteri.

Infatti, i probiotici sono spesso indicati durante una gastroenterite come supporto alla normale flora batterica e, dopo la malattia, per favorire il suo veloce riequilibrio.

In particolare, per i più piccoli si consigliano formulazioni a base di:

  • Lactobacillus reuteri;
  • Lactobacillus rhamnosus GG;
  • Saccharomyces boulardii;
  • Bifidobacterium bifidum;
  • Streptococcus thermophilus, anche in miscela.

Questi sono alcuni accorgimenti che, anche se non impediranno al tuo bambino di prendere la gastroenterite, potranno certamente ridurre il rischio di contagio.

Nel caso si ammalasse, sappi che il peggio dovrebbe passare nei successivi 5-7 giorni.

In caso di disidratazione, febbre alta, sangue nelle feci o prolungarsi dei sintomi, non esitare a contattare il tuo Pediatra.

Adesso che conosci meglio come si manifesta la gastroenterite, quanto dura e come curarla, sei pronto ad affrontarla in sicurezza: gestendo vomito, diarrea, nausea e il pericolo di disidratazione nel modo migliore con l’aiuto del tuo Medico!

Benessere del Bambino

Il tuo bambino cresce giorno dopo giorno. Così come il tuo amore. Hai superato con grandi risultati il periodo neonatale, ma le preoccupazioni da mamma non ti lasciano. Del resto, tra raffreddori, le prime influenze e disturbi più fastidiosi come l’otite o la congiuntivite, non puoi distrarti un solo attimo!

In questa sezione, trovi consigli e approfondimenti scritti dai nostri esperti che ti aiuteranno a vincere le piccole sfide quotidiane per assicurare al tuo bambino tutto il benessere di cui ha bisogno.

Dedicato a te
Benessere del bambino
Sonnellino: come cambia ad ogni età

Leggi tutto

Benessere del bambino
Inappetenza bambini: cause e come affrontarla

Leggi tutto

Benessere del bambino
Stomatite nei bambini: cos’è e come si cura

Leggi tutto

Benessere del bambino
Perché i bambini hanno le occhiaie?

Leggi tutto

Benessere del bambino
Pavor nocturnus: come riconoscerlo e cosa fare

Leggi tutto

Benessere del bambino
Dermatite atopica dei bambini: tutto ciò che c’è da...

Leggi tutto

Hai bisogno di un consiglio?
Cerca tra le nostre risposte!

Libenar mette a disposizione un aiuto a tutte le mamme. Consulte le domande più frequentie scopri come aiutare il tuo bimbo a respirare meglio.

Scopri di più
Collegamento copiato, adesso puoi condividerlo nelle tue chat.
Libenar

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge

Hai bisogno di un consiglio?
Parti dall'esigenza che devi affrontare e trova la risposta adatta alla tua situazione!
Scegli un prodotto giusto
Torna indietro
Qual è il tuo problema?
Naso Chiuso
Torna indietro
Chi ha bisogno di Libenar?
Naso Chiuso - Neonato
Torna indietro
Naso Chiuso - Bambino
Torna indietro
Prevenzione
Torna indietro
Chi ha bisogno di Libenar?
Prevenzione - Neonato
Torna indietro
Prevenzione - Bambino
Torna indietro
Aerosol Terapia
Torna indietro
Chi ha bisogno di Libenar?
Aerosol - Neonato
Torna indietro
Aerosol - Bambino
Torna indietro
Utilizzo Dei Prodotti
Torna indietro
Quale prodotto stai utilizzando?
Fiale Isotoniche
Torna indietro
Libenar Flaconcini
Fiale Ipertoniche
Torna indietro
Libenar Iper Flaconcini
Libenar Spray Igiene
Torna indietro
Libenar Acqua di Mare Spray Igiene Nasale
Libenar Spray Decongestionante
Torna indietro
Libenar Acqua di Mare Spray Decongestionante
Fiale aerosol 3%
Torna indietro
Libenar Aerosol 3%
Aspiratore Nasale Soft
Torna indietro
Libenar Aspiratore Nasale Soft
Filtri protettivi
Torna indietro
Filtri Protettivi Monouso
I Nostri Consigli Per liberare Il Naso Chiuso
Torna indietro
Neonato
Torna indietro
Qual è il tuo problema?
Neonato - Raffreddore
Torna indietro
Neonato - Sinusite
Torna indietro
Neonato - Rinite
Torna indietro
Neonato - Prevenzione
Torna indietro
Bambino
Torna indietro
Qual è il tuo problema?
Bambino - Raffreddore
Torna indietro
Bambino - Sinusite
Torna indietro
Bambino - Rinite
Torna indietro
Bambino - Prevenzione
Torna indietro