Essere genitori

Cosa metto in valigia per il parto in ospedale?

La data del parto si sta avvicinando: è tempo di preparare la valigia per l’ospedale. Sai cosa non puoi assolutamente dimenticare? Scoprilo in questo articolo.

DEDICATO A:
  • Genitori
  • Neonati
Share:
10 Luglio 2023 • 8 minuti di lettura

Il conto alla rovescia è iniziato, e con esso un momento emozionante per voi futuri genitori: l’incontro che vi attende è uno dei più importanti della vostra vita.

Tante sono le aspettative, le ansie e le preoccupazioni, ma iniziamo da qui: cosa portare con sé per i giorni da trascorrere in ospedale?

Quando si prepara la valigia per l’ospedale?

La data del termine è solo indicativa del momento della nascita del bebè.

Potrebbe ritardare - ma non oltre i 10 giorni dopo la data presunta o verrà indotto il parto - o anticipare.

Ecco perché è fondamentale farsi trovare pronte con tutto l’occorrente per l’ospedale almeno un mese prima della data presunta del parto.

Prepara la valigia dunque già attorno all’ottavo mese almeno con il grosso del necessario, per poi aggiungere all’ultimo beauty case e cose di prima necessità.

Hai in programma un viaggio nell’ultimo mese prima del parto? È utile portare con te anche la valigia per l’ospedale, i bebè sanno fare sorprese inaspettate.

Cosa portare in ospedale per la mamma

Ogni ospedale ha le sue indicazioni e solitamente, durante il corso pre parto, fornisce una lista di capi e oggetti che serviranno alla mamma e al bambino durante il ricovero. Le liste variano di poco in ogni caso.

Ecco le indicazioni generali:

  • Beauty case con i prodotti per l’igiene, come spazzolino, dentifricio, sapone, deodorante, shampoo, detergente intimo a ph 3.5;
  • Asciugamani vari (mani, bidet, doccia);
  • Slip a rete;
  • Assorbenti post parto;
  • 3 camicie da notte, una in particolare verrà utilizzata per il parto. Si consiglia che siano aperte davanti così da poter allattare facilmente;
  • Una vestaglia;
  • Un paio di pantofole;
  • Calzine in cotone;
  • Reggiseni per l’allattamento;
  • Eventuali coppette assorbilatte per la montata lattea.

Evita di portare oggetti di valore che possano essere rubati mentre non sei in camera.

Ricorda, invece, qualche bene di prima necessità, come un paio di bottigliette d’acqua e qualche snack, o delle monetine per i distributori automatici dell’ospedale.

Il resto lo porterà il papà quando verrà a trovarti.

Cosa portare in ospedale per il bebè

L’aria condizionata negli ospedali è spesso forte, dunque l’occorrente per il bebè non varia particolarmente a seconda della stagione.

Essendo appena nati, hanno bisogno di calore, porterai dunque:

  • 4 body a manica corta;
  • 4 tutine a manica lunga;
  • 4 calzini di cotone;
  • Un cappellino per la sala parto;
  • Due mussole;
  • Due asciugamani piccoli morbidi;
  • Pannolini taglia 0;
  • Salviette umide delicate;
  • Una copertina.

In questo primo momento è suggerito evitare ciucci o biberon così da promuovere l’allattamento al seno.

Gli esami da portare in ospedale per il parto

La cartella clinica della mamma, con tutte le visite e gli esami effettuati negli ultimi tempi è fondamentale quando si accede all’ospedale: cerca di organizzarla in ordine cronologico, così da avere a portata di mano gli ultimi esami ed ecografie.

In particolare serviranno il gruppo sanguigno e tutti gli esami di sangue e urine effettuati, il tampone vaginale, l’elettrocardiogramma ed, eventualmente, la cartella anestesiologica.

Ora che sai tutto quello che ti occorre per non farti trovare impreparata, sei pronta a preparare la valigia che ti accompagnerà in questa meravigliosa avventura!

E non è mai troppo presto per informarsi su come mantenere libero il naso del tuo piccolo: scarica la nostra Guida!

Nasino chiuso?

Ti aiutiamo noi! Per te la guida gratuita per affrontare e prevenire le affezioni nasali.

Scarica ora

Nasino chiuso?

Ti aiutiamo noi! Per te la guida gratuita per affrontare e prevenire le affezioni nasali.

Unisciti alla nostra community sui social

Dedicato a te
Essere genitori
Metodo Montessori: che cos’è e come applicarlo

Leggi tutto

Essere genitori
Punizioni ai bambini: sono davvero efficaci?

Leggi tutto

Essere genitori
Come affrontare la separazione e il divorzio con i...

Leggi tutto

Essere genitori
Tocofobia: come affrontare la paura del parto

Leggi tutto

Essere genitori
Autostima nei bambini: come aumentarla

Leggi tutto

Essere genitori
Cellulare e bambini: 5 cose da sapere

Leggi tutto

Hai bisogno di un consiglio?
Cerca tra le nostre risposte!

Libenar mette a disposizione un aiuto a tutti i genitori. Consulte le domande più frequentie scopri come aiutare il tuo bimbo a respirare meglio.

Scopri di più
Collegamento copiato, adesso puoi condividerlo nelle tue chat.